-
Chiesa di San Rocco a Chiaia

Il Vate e il Musicista – D’Annunzio e Tosti

Isa Ercolano, soprano
Antonio Maione, pianoforte


Malinconia

1. Dorme la selva

2. Quand’io ti guardo

3. L’ora è tarda

4. Or dunque addio!

5. Chi sei tu che mi parli

Due piccoli notturni

1. Van gli effluvi delle rose

2. O falce di luna calante

Quattro canzoni d’Amaranta

1. Lasciami! Lascia ch’io respiri

2. L’alba separa dalla luce l’ombra

3. In van preghi

4. Che dici, o parola del Saggio?

Visione!…

Vorrei

Per morire


Nel 1880 il giovanissimo Gabriele D’Annunzio, allora appena diciassettenne, in casa del pittore Michetti incontra per la prima volta il già famoso Francesco Paolo Tosti. Pochi mesi dopo nasce “Visione!…”, la composizione che sancisce l’inizio della collaborazione tra i due artisti, entrambi abruzzesi, che saranno legati da profonda amicizia fino alla morte di Tosti, avvenuta nel 1916. Il programma costituisce una silloge della produzione musicale di Tosti su testi di D’Annunzio, da alcune delle prime liriche ai cicli della maturità.

Hai bisogno di informazioni?

Contattaci

Reggio Emilia

Padova

Iscriviti alla Newsletter