12 giugno domenica ore 12.30

Chiesa di Santa Caterina da Siena

Maria (Isa) Ercolano
Mauro Squillante

Malinconia e Tentazione - replica




Programma di sala

ANONIMO    Canzone di Vannella

ANONIMO    La Fattura

PAISIELLO   Steva durmenno  (Pulcinella Vendicato)

PAISIELLO   Tata mio caro, caro (Pulcinella Vendicato)

ANONIMO    Lu Cardillo

ANONIMO    Tarantella Cicerenella


Ingresso gratuito


Il concerto si inserisce nell'ambito del progetto Ascesa barocca: itinerario attraverso i 5 sensi dal buio dell'Ipogeo agli splendori dell'arte e della musica del Settecento a cura di Progetto Museo per il Maggio dei Monumenti. Dall'Ipogeo del Purgatorio ad Arco, luogo oscuro dove si condensano vita e morte, si ascende sul colle delle Mortelle raccontando i luoghi e le storie dei protagonisti di questa straordinaria stagione culturale. L'itinerario si conclude tra degustazioni e soprattutto musica.

PRENOTAZIONI info@progettomuseo.com 081440438 lun-ven 10.00-14.00 www.progettomuseo.com

 

Con il sostegno dell'assessorato alla cultura e al turismo


 

Mauro Squillante, mandolinista, è considerato uno specialista negli strumenti antichi a plettro (mandolini e mandole, mandolone, colascioni, cetra), sul cui repertorio, organologia e prassi esecutiva conduce una costante attività di ricerca. Diplomato presso il conservatorio Pollini di Padova, ha approfondito i propri studi musicali con Hopkinson Smith e Crawford Young presso la Schola Cantorum Basilensis, Enrico Baiano, Federico Marincola, Emilia Fadini, Edoardo Eguez. Svolge una intensa attività concertistica in Italia ed all’estero esibendosi da solista, in duo col clavicembalista Raffaele Vrenna, insieme al quale ha fra l’altro preso parte al Festival Scarlatti di Tokyo, in trio con l’arpista Mara Galassi e il soprano Marinella Pennicchi, con le quali ha inciso per la Stradivarius un cd di prossima uscita, e con gli ensemble Lirum li Tronc, e Scherza l’Alma. Collabora inoltre con i Freiburger Barok Orchestra, la Venice Baroque Orchestra, la Cappella della Pietà dei Turchini, Arte dell’Arco, Dolce e Tempesta, Collegium Pro Musica, l’orchestra del Teatro S. Carlo, l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e la Mozart Synphonietta, diretto fra gli altri da Renè Jacobs, Andrea Marcon, Peter Maag, Louis Bacalov, Antonio Florio, Gabriele Ferro. Ha inciso per le case discografiche Stradivarius, Harmonia Mundi, opus 111, Brilliant, Felmay - Dunya records, Bongiovanni, Niccolò, Oriente Musik, Vigiesse,. Ha effettuato inoltre registrazioni radiofoniche per la RAI e le emittenti radiofoniche e televisive francesi e tedesche. Dirige la collana di musiche per mandolino per la casa editrice musicale Mnemes - Alfieri e Ranieri Publishing di Palermo, ed ha inoltre pubblicato per la casa editrice Santabarbara. E' Presidente della Accademia Mandolinistica Napoletana, associazione riconosciuta per il proprio fondamentale apporto alla rinascita del mandolino a Napoli. Insegna Mandolino e strumenti a plettro storici nei Corsi di Musica Antica di Urbino organizzati dalla Fondazione Italiana per la Musica Antica. E' docente di mandolino presso il Conservatorio "Piccinni" di Bari.


Maria Ercolano, soprano, si è diplomata presso il Conservatorio Musicale S. Pietro a Majella di Napoli con Tina Quagliarella Marchetti e ha continuato i suoi studi prima con Elizabeth Smith e poi con Anna Gaggiotti. Vincitrice di tre borse di studio, ha seguito nel 1996 il corso di perfezionamento con Raina Kabaivanska e Maurizio Arena a Palermo, dove ha debuttato ne IL MATRIMONIO SEGRETO di D. Cimarosa (regia di Beppe de Tomasi diretto di Roberto Rizzi), LA MEDIUM di G. C. Menotti e IL CAPITAN SPAVENTO di G. F. Malipiero (regia Ugo Gregoretti). E ’ stata premiata al concorso ” Cascina Lirica ” nel 1998; ha vinto il Premio Internazionale “ Città di Roma ” ( 1998), in seguito al quale ha interpretato Nedda ne I PAGLIACCI di R. Leoncavallo (Teatro Brancaccio, Roma). Nel 1999  ha partecipato all’ Accademia Rossiniana di Pesaro diretta da A. Zedda. Ha collaborato con Roberto De Simone spaziando dal repertorio barocco a quello moderno (De Falla, Weill). Con l’ orchestra barocca “ La Cappella della Pietà de ’ Turchini ” diretta da Antonio Florio si è esibita in numerose opere e concerti nei festival e teatri di tutto il mondo, tra i quali citiamo Konzerthaus-Vienna, Filarmonica di Berlino, Cité de la Musique - Parigi, Palao de la Musica-Barcellona, Zarzuela-Madrid, Siviglia, Londra, Lisbona, Montreal, Accademia di Santa Cecilia e Teatro Ol impico di Roma, Carlo Felice di Genova, Comunale di Ferrara, Teatro Verdi di Pisa, ed inoltre in tournèe in Sud America, Canada, Giappone, Europa dell’ Est, Norvegia. Per il S. Carlo di Napoli nel 1999  ha cantato sotto la direzione di A. Florio l’opera LA COLOMBA FERITA di F. Provenzale, nel 2001 PULCINELLA VENDICATO di G. Paisiello, nel 2004 LA STATIRA di F.Cavalli. Nel 2000 partecipa alla produzione de LA FINTA CAMERIERA di G. Latilla per l’Ile de France Opéra et Ballet (Rennes, Lille, Besançon, Paris). Ha eseguito DIDONE ED ENEA di H. Purcell al Festival di Ravello nel 2003 (trasmessa in diretta da Radio 3 RAI). Nello stesso anno in Germania ha interpretato nel ruolo del titolo l’ opera MONTEZUMA di G. F. De Majo,  registrata dal vivo per la Bayerische Rundfunk. Nel 2004 ha eseguito in diretta radiofonica internazionale dal Festival di Beaune PARTENOPE di L.Vinci, e al Festival di Ravello THE FAIRY QUEEN di H. Purcell. Nel corso del 2005 ha cantato al Festival di Saint Denis MESSA e TE DEUM di G. Paisiello; al Teatro di San Carlo di Napoli SOCRATE IMMAGINARIO di G. Paisiello; in tournèe in Sud America con PETITE MESSE SOLEMNELLE di G. Rossini sotto la guida di Michele Campanella. Nel gennaio 2006,  ha interpretato l’ oratorio di W.A.Mozart L’ OBBLIGO DEL PRIMO COMANDAMENTO, eseguito alla Reggia di Caserta, sotto la direzione artistica di Roberto De Simone. In seguito ha debuttato nel ruolo di Arminda ne LA FINTA GIARDINIERA di Anfossi in diversi teatri francesi per la Fondazione Royaumont. Inoltre alla Citè de la Musique ha cantato in PARTENOPE (Arsace) di L.Vinci. E ’ stata in Giappone e Cina dove ha eseguito concerti sotto la guida , rispettivamente, di A. Florio e di M. Campanella. Ha eseguito nel marzo 2007 la SALVE REGINA di Haendel alla Citè de la Musique di Parigi; nell ’ ottobre 2007, SOCRATE IMMAGINARIO di Paisiello alla Scala di Milano (regia R.De Simone, direzione A.Fogliani);  LA VOIX HUMAINE di F. Poulenc  (regia Pappi Corsicato, pianista A.Maione), al Festival di Ravello nell’agosto 2007, all’Emilia Romagna Festival nell’agosto 2010; nell’ agosto 2007, OTTAVIA RESTITUITA di D.Scarlatti a San Sebastian (regia P.Lopez, direzione A.Florio). Nel 2008 è stata protagonista dell’ ALIDORO di Leo per il Teatro Valli di Reggio Emilia (regia A.Cirillo, direzione A.Florio) (dvd e cd della Dinamic premiato col Diapason d’oro); sempre nel 2008, per l’Opera di Montpellier e il Festival Pergolesi-Spontini di Jesi è stata protagonista de LA SALUSTIA di Pergolesi (regia Jean Paul Scarpitta, direzione A.Florio) registrata e trasmessa in Francia da Mezzo. Nel 2009 e 2010 in Spagna (Ponferrada, Leon, Santander, Sevilla) e in Italia (teatro San Carlo di Napoli) interpreta Arsace nella PARTENOPE di L. Vinci diretta da A.Florio sotto la regia di G.Tambascio. In tourné (Spagna e Italia) con l’Orchestra della pietà dei Turchini ha cantato lo STABAT MATER di Pergolesi. Ancora nel 2010 è Violetta nella TRAVIATA di G. Verdi al teatro Villamarta di Jerez de la Frontera (Spagna) diretta da C. Aragon con regia di P.Lopez. Nel 2011 interpreta Arsace nella PARTENOPE di Vinci nell’Auditorium Villegas di Murcia (Spagna), registrazione (CD e DVD) DINAMIC. Ha inciso, per la prestigiosa casa discografica OPUS 111, quattro dischi premiati dalla critica internazionale: LI ZITE ‘ N GALERA di L. Vinci (1999), LA FINTA CAMERIERA di G. Latilla (2000), PULCINELLA di G. Paisiello (2001), STATIRA di F. Cavalli (2003), oltre che, per la Bongiovanni, LE FINTE GEMELLE di N. Piccinni. Negli ultimi anni si è dedicata allo studio e all’approfondimento del repertorio musicale internazionale a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento in collaborazione con i Maestri  A.Maione, P. F. Borrelli e S. Biancardi, producendo  concerti dedicati alla musica americana (Gershwin, Bernstein), spagnola  (De Falla, Turina), tedesca (Schumann, Schubert), napoletana, Italiana (Tosti).


Non sai dov'è il concerto?
Calcola il percorso.