30 maggio martedì ore 20.30

Chiesa di Santa Caterina da Siena

Duo Dumont-Romano

Così vicino...così lontano




Ingresso a pagamento

Biglietto intero € 10,00 | Biglietto ridotto € 7,00*

*over 60, under 30, Soci Fai, Feltrinelli Card, Wine&theCity Card, Artecard, Associati Distretto Culturale Siti Reali


Carlo Dumont    violino

Fabrizio Romano pianoforte

 

“ Così vicino... così lontano ”

1784/1803 Strinasacchi e Kreutzer, le Sonate della svolta

 

                                                                   “Cosa può importarmi dei vostri tenui violini,

                                                                                           quando lo spirito mi parla...?”

                                                                                                       Ludwig van Beethoven

Viaggio di un’ora nella trasformazione della dialettica e degli strumenti che maggiormente hanno caratterizzato la musica colta tra il XVIII e XIX secolo, che diventa racconto dell’evoluzione della forma sonata e della società occidentale, attraverso le due più celebri sonate di Mozart e Beethoven.

 

Wolfgang Amadeus Mozart

(1756-1791)

 

Sonata per pianoforte e violino in Si b maggiore, K.454

“Strinasacchi”  (1784)

 

Ludwig van Beethoven

(1770-1827)

 

Sonata n°9 per pianoforte e violino in La maggiore, Op.47

“Kreutzer”  (1803)


CARLO DUMONT - Napoletano di prima formazione, ha studiato successivamente a Roma diplomandosi con AldoRedditi. Ha proseguito l'approfondimento del principale repertorio solistico sotto la guida di Franco Gulli e si è successivamente perfezionato con Norbert Brainin (1° violino del Quartetto Amadeus) seguendo il Corso Speciale Triennale di Violino presso la Scuola di Musica di Fiesole, dove ha lavorato con Giulio Franzetti (spalla della Scala diMilano) seguendo il Corso Speciale di Spalla nell'Orchestra, approfondendone lo specifico repertorio. Parallelamente all’attività didattica, svolge attività concertistica, tenendo recital per violino solo e suonando in diverse formazioni cameristiche, con cui ha partecipato a tournées e festival internazionali in Italia e in Europa, suonando nelle principali capitali e collaborando con solisti di fama. Diverse sono state le sue collaborazioni con orchestre da camera e sinfoniche, presso le quali è stato invitato a ricoprire il ruolo di spalla o a suonare in veste di solista, registrando per la Radio e la Televisione Italiana. Dal 1987, grazie all'incoraggiamento del Gabrieli String Quartet di Londra conosciuto a Sermoneta, seguendo i Corsi di Perfezionamento Strumentale e di Interpretazione Musicale, si è dedicato soprattutto al quartetto d'archi ed è 1° violino del Quartetto d’archi Gagliano, formazione che lo ha visto suonare per le principali associazioni, interprete del più significativo repertorio quartettistico da Bach a Berio. Nel 1995, dopo essere stato ascoltato dal Quartetto Alban Berg, è stato invitato a perfezionarsi con loro presso la Musikhochschule di Lubecca (Germania). Nel 1997 grazie all' "Amadeus Scholarship Fund", gli viene assegnata una borsa di studio che gli consente di studiare con il Quartetto Amadeus presso la Royal Academy of Music di Londra. Suona un violino Raffaele e Antonio Gagliano del 1848 e un violino italiano della metà del XVIII secolo.


FABRIZIO ROMANO - Ha studiato presso il Conservatorio di Musica “S. Pietro a Maiella” con Sergio Fiorentinoperfezionandosi sotto la guida di Aldo Ciccolini e Viktor Merzhanov, e conseguendo successivamente i diplomi di Direzione d’Orchestra e Composizione. Vincitore di una masterclass presso il Conservatorio di musica di Leningrado (U.R.S.S.), che lo ha portato ad esibirsi con l’ Orchestra Filarmonica di Leningrado, è successivamente risultato vincitore in diversi concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Si è esibito in molti recitals per diverse Associazioni Musicali in Italia e all’estero, sia come solista sia in formazione da camera, e ha registrato trasmissioni radiofoniche e televisive per la RAI, nonché per France2, Canal+, Arté e per la rete australiana SBS. All’attività concertistica ha affiancato un’intensa attività di compositore ed orchestratore per diversi spettacoli teatrali rappresentati in Italia, Francia, Spagna ed Australia collaborando con registi quali Gigi Dall’ Aglio, Beppe Menegatti, Alfredo Arias, ed attori come Giulio Scarpati, Mariano Rigillo, Mascia Musy, Mauro Gioia ed altri. Ha inoltre collaborato all’orchestrazione e all’allestimento di balletti quali ad esempio “Filumena Marturano” con Carla Fracci, rappresentato al Teatro San Carlo di Napoli ed ha curato le sonorizzazioni e le orchestrazioni per formazione da camera di alcuni film del cinema muto napoletano. Autore di musiche per RAITRADE, in particolare dei programmi RAI “La storia siamo noi” e “Linea Blu”, ha inoltre registrato per le etichette discografiche “Last Call”, “Madera Records”, “Because Music”, “Universal” e “Warner”. Attualmente collabora in qualità di pianista e arrangiatore con l'artista portoghese Misia, e in qualità di compositore con il Premio Oscar Vittorio Storaro.


Non sai dov'è il concerto?
Calcola il percorso.