30 novembre venerdì ore 20.00

Chiesa di Santa Caterina da Siena

Ensemble Galanterie a Plettri
Mauro Squillante, direttore

Musica da camera per mandolini dalla collezione Gimo




nell'ambito del Convegno Internazionale "Il Mandolino a Napoli nel Settecento"


 

Interpreti
 

Ensemble Galanterie a Plettri
 

Mauro Squillante, Anna Rita Addessi, Andrea Benucci, Margriet Greydanus, Davor Krkljus, Pietro Marchese, Elena Parasacco, mandolini storici

Leonardo Massa violoncello storico
Raffaele Vrenna clavicembalo

 

Mauro Squillante direzione musicale

 

 

Programma

 

Emanuele Barbella (1718-1777)

Sonata a due mandolini e basso
 

Giovanni Battista Gervasio (c.1725-c.1785)

Sinfonia a due mandolini e basso

Trio a due mandolini e basso
 

Vito Ugolino

Sinfonia per mandolino, violini e basso (Gimo 297)
 

Domenico Gaudioso (XVIII sec.)

 

Concerto di mandolino con violini e basso (Gimo 58)

 


 

GALANTERIE A PLETTRI

Nell’ambito del progetto di ricerca Il Mandolino a Napoli nel Settecento, nasce Galanterie a Plettri, una nuova formazione strumentale espressamente dedicata all’interpretazione storicamente informata di musiche per mandolino napoletano del Settecento. Il tratto innovativo ed originale di questa formazione è che essa è composta integralmente da mandolini e strumenti storici, originali o copie di modelli settecenteschi.

Nel quadro della ricerca artistico-scientifica del progetto, l’Orchestra Galanterie a Plettri è una delle attività chiave, in quanto elabora i risultati più interessanti del progetto stesso per presentarli al pubblico, in una prospettiva di divulgazione del mandolino storico e del suo repertorio. Galanterie a Plettri rappresenta il punto di contatto tra la ricerca e la divulgazione dei risultati, il trade union tra l’analisi del repertorio, lo studio delle prassi esecutive, il piacere del suonare e il piacere dell’ascolto, attraverso il fondamentale veicolo di un insegnamento che pone al centro dell’esperienza il comportamento musicale umano e il desiderio di espressività.

L’obiettivo è quello di esaltare le potenzialità musicali, didattiche e interpretative dal repertorio italiano mandolinistico settecentesco, secondo un’originale dimensione orchestrale e collettiva, e alla luce di consolidate esperienze artistiche e scientifiche intorno e sulle prassi esecutive del mandolino storico.

La direzione musicale dell’Ensemble è affidata al M° Mauro Squillante, mandolinista e specialista degli strumenti antichi a plettro.

 

 

Ne sono fondatori Anna Rita Addessi (direzione scientifica, Università di Bologna), Mauro Squillante (Conservatorio di Salerno) e Pietro Marchese (Orchestra Quattrocanti, Palermo).

 


 

MAURO SQUILLANTE

Mandolinista, è considerato uno specialista negli strumenti antichi a plettro (mandolini e mandole, mandolone, colascioni, cetra), sul cui repertorio, organologia e prassi esecutiva conduce una costante attività di ricerca. Diplomato presso il conservatorio Pollini di Padova, ha approfondito i propri studi musicali con Hopkinson Smith e Crawford Young presso la Schola Cantorum Basilensis, Enrico Baiano, Federico Marincola, Emilia Fadini, Edoardo Eguez. Svolge una intensa attività concertistica in Italia ed all’estero esibendosi da solista, in duo col clavicembalista Raffaele Vrenna, in trio con l’arpista Mara Galassi e il soprano Marinella Pennicchi, e con gli ensemble Lirum li Tronc e Scherza l’Alma.

Partecipa in qualità di esperto ad un progetto dell’Università di Bologna e dell’Università di Uppsala (Svezia) incentrato sulla ricerca del repertorio mandolinistico del ‘700 napoletano, nell’ambito del quale ha tenuto concerti,

conferenze e masterclass a Londra, ospite della Lute Society presso il Royal College, in Ungheria a Budapest presso l’Ambasciata d’Italia, ed in varie città italiane.  

 

E’ Presidente della Accademia Mandolinistica Napoletana, associazione riconosciuta per il proprio fondamentale apporto alla rinascita del mandolino a Napoli; direttore artistico dei Corsi estivi e del Festival mandolinistico che si svolgono annualmente ad Avigliano (PZ). Insegna Mandolino e strumenti a plettro storici nei Corsi di Musica Antica di Urbino organizzati dalla Fondazione Italiana per la Musica Antica. E’ docente di mandolino presso il

Conservatorio “G. Martucci” di Salerno. Dal 2015 tiene masterclass presso il Musik und Kunst Privatuniversität der Stadt Wien. Infine è componente del Comitato Scientifico del progetto Il Mandolino a Napoli nel XVIII delle Università di Bologna e Uppsala.


Non sai dov'è il concerto?
Calcola il percorso.