26 ottobre sabato ore 19.00

Chiesa di Caterina da Siena, Via Santa Caterina da Siena, 38 - 80132 Napoli

Ensemble De labyrintho Walter Testolin, direttore

Lamentationes Hieremiae




Programma

 

Fabritio Dentice                   Heu mihi Domine

 

Ascanio Mayone                  Toccata Quarta

 

Fabritio Dentice                   Lamentationes Hieremiae prophetae

                                               Feria V in Coena Domini

                                               Lectio Prima: Incipit Lamentatio Hieremiae prophetae

                                               Lectio Secunda: Daleth. Viae Syon lugent

                                               Lectio Tertia: Lamech. O vos omnes qui transitis per viam

 

Giovanni Maria Trabaci        Consonanze stravaganti

 

Fabritio Dentice                     Feria VI in Parasceve

                                               Lectio Prima: De lamentatione Hieremiae prophetae

                                               Lectio Secunda: Phe. Aperuerunt super te os suum

                                               Lectio Tertia: Ghimel. recordare pauperitatis

 

Giovanni Maria Trabaci        Toccata di durezze e ligature

 

Fabritio Dentice                     Pro tertia die

                                               Lectio Prima: De lamentatione Hieremiae prophetae

                                               Lectio Secunda: Aleph. Complevit Dominus furorem suum

                                               Lectio Tertia: Incipit oratio Hieremiae prophetae

 

Carlo Gesualdo                      Peccantem me quotidie



De labyrintho

Nadia Caristi, Laura Fabris, Arianna Miceli  cantus

Elena Carzaniga, Maria Chiara Gallo altus

Fabio Furnari, Raffaele Giordani tenor

Massimo Altieri, Riccardo Pisani quintus

Guglielmo Buonsanti, Walter Testolin bassus

Dario Carpaneseorgano

 

Walter Testolin

direttore


De labyrintho

"De labyrintho riesce magnificamente a rendere la mole della struttura sonora con una trasparenza e un equilibrio che sono il frutto di una immedesimazione necessaria, i timbri perfettamente uniti disegnano con fluidità leggera e accurata armonie colorate e ricche di pathos. Una spiritualità sospesa e tesa. L'impegno interpretativo dell'ensemble si incarna in una eloquenza armoniosa che ricambia la perfetta coerenza delle partiture. Un altissimo piacere che deriva dalla minuta cesellatura dei particolari espressivi del testo e del suono."

Nato nel 2001 dall'unione di alcuni dei più validi interpreti italiani del repertorio vocale rinascimentale, sotto la direzione di Walter Testolin, De labyrintho si è affermato negli anni come uno dei più significativi ensemble vocali a cappella della scena musicale.

       Determinante nelle scelte interpretative di De labyrintho è il percepire la Musica come risultato quintessenziale di suono, parola, pensiero e simbolo. La particolare ricerca espressiva e il rapporto col testo cantato, hanno più volte fatto rilevare dalla critica  "l'intensità, l'ispirazione e la toccante partecipazione" che caratterizzano le esecuzioni dal vivo del gruppo.  Invitato dalla Roosevelt Academy dell'Università di Utrecht a tenere il concerto di chiusura del Festival Symposium Josquin & the Sublime a Middelsburg, De labyrintho è stato definito "la compagine oggi più esperta al mondo nel cavare dalle note di Josquin Desprez quella musica così sublime, struggente, intimamente umanista, che lo fece paragonare a Michelangelo e Raffaello".

       Unanime consenso ha ricevuto l'attività discografica del gruppo (quattro dischi premiati come Disco del Mese dalla rivista Amadeus, dischi del mese su riviste inglesi, tedesche, portoghesi, spagnole e statunitensi) e tra essi spiccano il Premio Amadeus 2008 per il miglior disco dell'anno per la registrazione delle Prophetiæ Sibyllarum di Orlando di Lasso, la segnalazione ai prestigiosi Klaraprijzen della radio di stato belga nel 2007 e il Gramophone Critic's Choice nel 2004.  De labyrintho è stato inoltre incluso, unico gruppo vocale, nel disco che raccoglie il meglio di sessanta edizioni di Musica e Poesia a San Maurizio, il più prestigioso festival italiano di Musica Antica, a fianco di musicisti come Gustav Leonhardt, Frans Brüggen e Jordi Savall.


Walter Testolin. Cantante e direttore dedica gran parte del suo impegno musicale alla conoscenza e diffusione del repertorio vocale polifonico del Rinascimento, del quale è considerato uno dei più attenti e significativi esecutori, incidendo per importanti etichette discografiche tra le quali Sony Music, Archiv - Deutsche Grammophon, Alpha, Arcana, Pan Classics, Harmonia Mundi, Stradivarius.

Nel 2001 ha fondato De labyrintho, che sotto la sua direzione si è affermato come uno dei gruppi vocali di riferimento nell'esecuzione del repertorio del XV e XVI secolo, svolgendo la propria attività presso i principali festival europei e le cui registrazioni discografiche hanno ricevuto consensi quali il Gramophone Critic's Choice e il Premio Amadeus per il miglior disco dell'anno. Dal 2011 dirige il giovane ensemble vocale e strumentale RossoPorpora col quale sta sviluppando un profondo percorso di studio del repertorio madrigalistico italiano, che ha portato il gruppo ad esibirsi, tra gli altri, in festival prestigiosi quali Laus Polyphoniæ di Anversa e Oude Muziek di Utrecht.

Ha cantato con molti con molti dei principali direttori della scena musicale rinascimentale e barocca europea e collabora in concerti e registrazioni discografiche con l'orchestra belga La Petite Bande diretta da Sigiswald Kuijken e da oltre vent'anni con il Coro della Radio Svizzera Italiana. Al Salzburg Festspiele del 2015 ha cantato nell'Iphigenie en Tauride di Gluck, con la direzione di Diego Fasolis, la regia di Moshe Leiser e Patrice Caurier e con Cecilia Bartoli nel ruolo della protagonista. Attivo anche nel repertorio contemporaneo, ha cantato e diretto opere di alcuni tra i principali compositori della scena musicale odierna e ha recentemente partecipato alle messe in scena delle opere "Cuore di Cane" di A. Raskatov e "Die Soldaten" di B. A. Zimmermann presso il Teatro alla Scala di Milano.

Tiene corsi, conferenze e masterclass presso prestigiose istituzioni italiane ed estere. È autore di uno studio, reso pubblico durante il Symposium Josquin & the Sublime organizzato dall'Università di Utrecht (NL) e la cui versione definitiva è stata pubblicata dalla Rivista Italiana di Musicologia, che propone il grande compositore rinascimentale Josquin Desprez come soggetto del "Ritratto di Musico" di Leonardo da Vinci conservato nella Pinacoteca Ambrosiana di Milano. Suoi articoli sono stati pubblicati dagli editori italiani Olschki, De Agostini, Paragon e dal belga Brepols.

Convinto divulgatore musicale, è stato protagonista con De labyrintho della trasmissione di Rai 5 Come un'alma rapita dedicata alla figura di Carlo Gesualdo da Venosa e ha curato inoltre la ricostruzione e la registrazione delle musiche contenute nei quadri di Caravaggio per la monografia Dentro Caravaggio di Tomaso Montanari con la regia di Luca Criscenti, trasmessa da Rai 5.

Ha scritto per l'Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani la parte dedicata al Madrigale all'interno del grande progetto editoriale Il contributo italiano alla storia del Pensiero pubblicata a inizio 2018.

 

Dal 2011 dirige l'ensemble RossoPorpora con il quale ha intrapreso un profondo percorso di studio, esecuzione e valorizzazione del madrigale italiano. È fondatore e direttore dal febbraio 2019 del Bach Collegium Roma.


Non sai dov'è il concerto?
Calcola il percorso.