10 gennaio venerdì ore 19.00

Chiesa di Santa Caterina da Siena - Napoli

Rossella Policardo
Basilio Timpanaro

W.A.Mozart Sonate per cembalo a 4 mani


LE SONATE A QUATTRO MANI DI W. A . MOZART

 

“Sonates pour le Clavecin ou Forte-piano” Le prime edizioni delle sonate di Mozart, comprese quelle per violino e pianoforte, portano spesso l’indicazione “Sonates pour le Clavecin ou Forte-piano” (e ciò accade ancora perfino con l’op. 2 di Beethoven). D’altra parte frequentissimo all’epoca è l’uso di un termine come Klavier, che indica una generica destinazione per strumento a tastiera; senza dire poi che la sonorità e le tecniche esecutive del fortepiano di fine settecento si avvicinano più a quelle del clavicembalo che del moderno pianoforte. Se da un certo punto in poi della produzione mozartiana la destinazione pianistica appare chiara, al di là del titolo, dal tipo di scrittura e di indicazioni dinamiche, sicuramente per una buona parte della prima produzione sonatistica l’esecuzione al clavicembalo non solo è perfettamente pertinente e filologica ma anche di sicuro effetto musicale. Ciò è particolarmente vero proprio per le sonate a quattro mani, genere di cui Mozart può essere considerato il creatore. Le edizioni originali di queste sonate recano tutte la doppia indicazione (Clavecin ou Forte-piano) e addirittura opere mature come la KV521 (Vienna 1787) o la KV501 recano, sul manoscritto, solo l’indicazione “Cembalo primo” e “Cembalo secondo”. Questo repertorio, infatti, con la sua scrittura che mira a ricreare sonorità più “sinfoniche” rispetto alla più intima sonata solistica, cercando anche spesso di riprodurre la dialettica di solo e tutti, trova una perfetta realizzazione sonora nella differenziazione di piani sonori possibile grazie alle due tastiere del clavicembalo. Il programma presenta, accanto ad alcune tra le più famose “sonate” a quattro mani, anche il delizioso Andante con Variazioni KV 501 e la Fantasia in fa m KV608; quest’ultimo brano, capolavoro maturo, originariamente scritto per un organo-orologio automatico, si adatta perfettamente al cembalo con il suo  drammatico contrasto tra le sezioni tipo ouverture e quelle fugate.



PROGRAMMA W. A. Mozart (1756-1791):

Sonata in Re M, KV381 : Allegro- Andante - Allegro molto

 

Andante con Variazioni KV 501

 

 

Sonata in Do M, KV 19d : [Allegro ]- Minuetto - Allegretto

 

****** 

Fantasia in fa m KV608 (Ein Stück für ein Orgelwerk in einer Uhr)

 

Sonata in Si b M, KV 358 : Allegro- Adagio –Molto presto 

 

Basilio Timpanaro - Rossella Policardo, clavicembalo




Non sai dov'è il concerto?
Calcola il percorso.