8 marzo sabato ore 19.00

Chiesa di Santa Caterina da Siena - Napoli

Ensemble la Reverdie

I Dodici Giardini Cantico di Santa Caterina da Bologna



Ensemble la Reverdie
 
Claudia Caffagni, voce e liuto
Livia Caffagni voce, flauti, viella/
Elisabetta de Mircovich voce, ribeca, viella
Cristina Calzolari, voce, organo portativo, claviciterio
Sara Mancuso arpa, claviciterio, organo portativo
 
 

I Dodici Giardini Cantico di Santa Caterina da Bologna (1413-1463)

I dodici giardini è il titolo di un trattato di ascesi spirituale scritto intorno al 1435 dall’appena ventenne Caterina De Vigri, clarissa, venerata in seguito come Santa Caterina da Bologna, di cui ricorre quest’anno il seicentenario della nascita. L’autrice – della quale si conservano un gran numero di scritti autografi – percorre gli stadi del cammino di unione dell’anima con Cristo, descrivendoli come giardini in cui, come nel Cantico dei Cantici, sovrabbondano immagini simboliche di luce, colore, calore, odore e sapore, suono e ritmo, canto e danza. In ogni giardino possiamo ascoltare il canto della Sposa, che esprime l’intima risonanza della Parola divina dentro l’anima attratta sempre più vorticosamente dallo Sposo. Un approfondito lavoro di ricerca musicologia ha permesso a laReverdie di ricostruire l’esecuzione musicale di 12 cantici spirituali in uso nel Monastero del Corpus Domini – che Caterina fondò a Bologna nel 1456 – nei cui testi si riflettono perfettamente i contenuti e le atmosfere descritti dalla Santa ne I dodici giardini.

(Livia Caffagni)

 

Prologo

J’ai pris amours- Johannes Martini 1440ca-1497 Anima Peregrina

 

Primo giorno di cammino: fino alla luce dell’aurora

I Giardino: Issopo d’umiltà Madre che festiV

II Giardino: Rose di contemplazione Verbum CaroV (strumentale) Misericordia dulcissimo DioV

III Giardino: Fiori marini di purgazione Deh dime se’l te piace 

IV Giardino: Gigli di rinnovamento L’Amor a mi venendo

Secondo giorno di cammino: fino alla luce meridiana

V Giardino: Viole di nasconsione Con desiderio vo cercando J’ai pris amours - Jacob Obrecht 1457ca-1505 (strumentale)

VI Giardino: Garofani di conoscenza di sé O Yesu dolceC

VII Giardino: Girasoli d’illuminazione O diletto Ihesu Christo

VIII Giardino: Rose vermiglie d’infiammazione Anima benedecta (cantasi come Vergene benedecta

Terzo giorno di cammino: splendore meridiano

IX Giardino: Oliva di unzione in misericordia Piangiti christiani

X Giardino: Arance di unitivo amore J’ai pris amoursFB - Heinrich Isaac 1450ca-1517

XI Giardino: Melograni di supernale ansietà Ciaschaduna amante (cantasi come Canti gioiosi

XII Giardino: Dulcedine di amorosa vite Et gloria ejus (D.D. Sherwin, 2007)

 

Fonti musicali

Bologna, Civico Museo Bibliografico Musicale, Ms. Q 15 (1440ca.)

Bologna, Biblioteca Universitaria, Ms. 2216 (1440ca.)

Capetown, South African Public Library, Grey Collection 3.b.12 (1500ca.)

Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ms. Banco Rari 229 (sec. XVI inc.)

Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ms. Pal. 472 (sec. XV ex.)

Paris, Bibliothéque Nationale, Ms. Rés. Vm7 676 (1502)

Pavia, Biblioteca Universitaria, Ms. Aldini 361, (1460ca.)

Ottaviano Petrucci, Canti B, numero cinquanta, Venezia 1502

Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana, Ms. Cl. IX, 145 (I parte 1450-60ca., II parte 1420-40ca.)



Non sai dov'è il concerto?
Calcola il percorso.