Il teatro allo specchio: il metateatro tra melodramma e prosa

A cura di: Francesco Cotticelli e Paologiovanni Maione

25,00


Il volume si propone di indagare sulle forme in cui i modelli di teatro vengono elaborati e diventano oggetto di esperienze di drammatizzazione. A partire dai virtuosismi nel repertorio delle compagnie dell’Improvvisa, dalle esperienze suggestive del siglo de oro spagnolo e del grand siècle francese, o dalle ricorrenti occasioni di metateatro che costellano la produzione comico-musicale del Settecento in ogni latitudine, l’evocazione di una vita scenica come occasione di spettacolo si tinge di risonanze sempre più problematiche.

Gli studi a riguardo hanno approfondito alcuni episodi più significativi di questa tendenza di lunga durata, oppure hanno focalizzato la loro attenzione su eminenti personalità del mondo artistico. Manca tuttora una ricognizione che, attraverso il confronto di settori e metodologie diverse, dia conto di un’evoluzione diacronica del fenomeno, ponendo in relazione le singole occorrenze non solo con l’immediato contesto di appartenenza, ma soprattutto con una tradizione sommersa di cui esse recuperano e riformulano tratti distintivi.


Contributi di

Cotticelli F., Sala Di Felice E., Moppi G., Profeti M., Guardenti R., Goulet A.M., Piperno F., Scoccimarro R., Mellace R., Stiffoni G.G., Mattei L., Mayrhofer M., Fabbri P., Gallarati P.


Napoli, Turchini Edizioni, 2012 |
978-88-89491-13-3 |