Caricamento Eventi

La tastiera galante di Giovanni Paisiello

In collaborazione con il Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella di Napoli

Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli
18.00 - 19.00
Gratuito

Francesco Pareti, cembalo e pianoforte.


INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE CONSIGLIATA, INVIANDO UNA MAIL A segreteria@turchini.it CON INDICAZIONE DI NOMINATIVO, RECAPITO TELEFONICO E MAIL entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 10 giugno 2021.


E’ obbligatorio l’uso della mascherina FFP2.

 

Sonate, Sinfonie, Rondò e Capricci per Cembalo o Piano-forte di Giovanni Paisiello.


La tastiera galante di Giovanni Paisiello

La proposta di realizzare un concerto dedicato a Giovanni Paisiello, nata dal confronto con il collega Paolo Giovanni Maione, scaturisce dalla presenza nel Conservatorio di Napoli di antiche partiture manoscritte di opere tastieristiche del compositore – alcune presumibilmente inedite – ,  del fortepiano donatogli dalla zarina Caterina di Russia, e anche di una copia di un fortepiano viennese, di recente acquisizione, con caratteristiche simili a quelle che lo stesso Paisiello potrebbe aver riscontrato negli strumenti da lui conosciuti durante il suo soggiorno viennese del 1784.

Si intende realizzare un concerto monografico dedicato alla musica tastieristica di Paisiello utilizzando tali strumenti, al fine di avvicinare il pubblico a sonorità e a prassi esecutive prossime a quelle presenti all’epoca del compositore. 

Saranno eseguite “Sonate, Sinfonie, Rondò e Capricci per Cembalo o Piano-forte di Giovanni Paisiello”.


Francesco Pareti, musicista napoletano, dopo il diploma di Maturità Classica (1974) ha brillantemente conseguito presso il Conservatorio di Napoli i diplomi di pianoforte (1978), musica corale e direzione di coro (1985), clavicembalo (1998), e presso il Conservatorio di Perugia il diploma accademico di secondo livello in pianoforte storico (2007).

Dopo il diploma di pianoforte per diversi anni si è perfezionato ed ha ampliato la conoscenza del repertorio sotto la guida del M° Alexander Hintchev; ha partecipato a vari concorsi pianistici, ottenendo sempre ottimi piazzamenti, ed ha intrapreso una intensa attività concertistica svolta sia da solista che in varie formazioni cameristiche, in numerose città italiane ed estere. 

Vincitore per due anni di seguito (1986 e 1987) dei concorsi banditi dal Teatro S. Carlo di Napoli per il ruolo di aiuto Maestro del Coro, ha collaborato per tredici anni con tale prestigiosa Istituzione lirico-concertistica, coadiuvando nella conduzione del complesso corale i maestri Giacomo Maggiore. Jose Luis Basso, Andrea Giorgi, svolgendo occasionalmente compiti di maestro sostituto di sala e di palcoscenico, giungendo nel 1999 a ricoprire la carica di Direttore del coro e collaborando in tal veste con maestri quali Jonathan Darlington, Gabriele Ferro, Bruno Aprea, Dmitrij Kitaenko e Lorin Maazel. 

Quale Maestro del Coro ha successivamente collaborato con l’Associazione A.N.C.E.M. (Napoli) per l’esecuzione di oratori e di opere nell’ambito delle stagioni liriche estive svoltesi nelle ville vesuviane di Ercolano (2006-2008), con il Coro Lirico di Lecce per le stagioni liriche tenutesi presso il Teatro Politeama Greco di Lecce (dal 2008 al 2012), e con il Pompei Opera Festival diretto da Alberto Veronesi nel 2015. 

Coltiva regolarmente la pratica concertistica, sia in recital solistici che quale collaboratore di strumentisti, cantanti e complessi corali, utilizzando prevalentemente il pianoforte moderno; tuttavia l’interesse per lo studio approfondito delle prassi esecutive lo ha indotto a sperimentare anche l’uso di vari tipi di pianoforti premoderni, ed a frequentare master class tenute da celebri musicisti, unanimemente riconosciuti quali indiscusse autorità in tale campo, quali Malcolm Bilson, Alexei Lubimov, Bart van Oort. 

Per Malcolm Bilson ha realizzato una versione con sottotitoli in italiano del DVD Knowing the score (Cornell University Press). Inoltre è autore di una traduzione italiana dell’importante trattato Performance Practices in Classic Piano Music, della musicologa statunitense Sandra P. Rosenblum, pubblicato col titolo Prassi esecutive della musica pianistica dell’epoca classica (LIM, 2014). Un suo saggio sulla storia della letteratura pianistica è stato recentemente pubblicato nel manuale Il Pianoforte (EDT, 2018). 

Ha al suo attivo una pluridecennale attività didattica, svolta nei conservatori di Lecce, Matera, Potenza, Benevento, Avellino. Attualmente insegna pianoforte presso il Conservatorio di Napoli.

Hai bisogno di informazioni?

Contattaci

Reggio Emilia

Padova

Iscriviti alla Newsletter