Danza e Ballo a Napoli: un dialogo con l’Europa (1806-1861)

A cura di Paologiovanni Maione e Maria Venuso

30,00


Capitale, nell’Ottocento, del più esteso regno della penisola italiana, da secoli importante crocevia per la cultura del teatro e del ballo, Napoli ha costituito fino all’Unificazione d’Italia uno dei maggiori centri europei di formazione, produzione e circolazione della danza. Questo volume si incentra sulla Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l’Europa (1806-1861), tema promosso e organizzato dall’Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza (AIRDanza) e dal Centro di Musica antica Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli, in collaborazione con prestigiose Istituzioni napoletane quali l’Archivio di Stato, la Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III”, l’Università Suor Orsola Benincasa, il Teatro di San Carlo (MeMus).

I venticinque contributi di questo volume offrono i primi importanti esiti articolati secondo una pluralità di oggetti di ricerca, analisi e interpretazione finora solo in minima parte toccati e che, ulteriormente sviluppati, potranno riuscire a mettere in maggiore luce il ruolo giocato dalla danza a Napoli nell’ambito più generale della cultura coreutica italiana ed europea. La lettura di documenti – inediti e non – secondo una metodologia interdisciplinare, ha condotto l’analisi su fonti primarie relative a teatri, balli, scuole, ballerini e coreografi, periodici teatrali, partiture, edizioni musicali. Non mancano contributi sul ballo e sulla danza in rapporto alle dinamiche dell’identità nazionale, anche in considerazione del processo risorgimentale, alle necessità autocelebrative e propagandistiche del Regno francese e poi di quello borbonico.

Dalla geografia della danza alle personalità più importanti quali Louis Henry, Armand Vestris, Salvatore Viganò, Fanny Cerrito, passando per temi, soggetti e idealità del romanticismo partenopeo senza tralasciare la didattica, la satira, gli almanacchi, le edizioni musicali e le strategie impresariali che hanno reso Napoli e i suoi teatri crocevia di talenti e novità spesso sconosciute alla storiografia tradizionale.


Contributi di

José Sasportes, Maria Venuso, Roberta Albano, Patrizia Veroli, Carmelo Antonio Zapparrata, Francesca Falcone, Rosa Cafiero, Noemi Massari, Bruno Ligore, Annamaria Corea, Flavia Pappacena, NikaTomasevic, Elena Cervellati, Gunhild Oberzaucher-Schüller, Concetta Lo Iacono, Noretta Nori, Ornella Di Tondo, Claudia Jeschke, Francesca Seller, Paola De Simone, Madison U. Sowell, Rossella Gaglione, Domenico Prebenna, Antonio Caroccia.


Napoli, Turchini Edizioni, 2020
978-88-89491-08-9