Staff

Reggio Emilia

Padova

Mariafederica Castaldo

presidente e direttore artistico

Nata a Napoli si laurea con lode in Lettere Moderne nel 1991, sotto la Guida di Franco Carmelo Greco, docente di Storia del teatro, con una tesi sullo spettacolo musicale a Napoli nella seconda metà del Seicento all'Università Federico II. Con il professore Greco muove i primi passi in ambito professionale: dalla organizzazione di mostre e rassegne musicali, alla pratica giornalistica per la recensione di spettacoli dal vivo, dalla redazione di testi per programmi di sala alla pubblicazione di saggi, partecipando quale relatrice a diversi convegni scientifici. Nel '91 affianca Vittoria Ottolenghi nell'organizzazione della rassegna di danza "Maratona per Mozart" a Villa Campolieto. Nel 1992 si trasferisce a Parigi con una borsa di studi per condurre una ricerca sulle scenografie realizzate al Théatre de l'Opéra da noti artisti contemporanei, guidata da Annette Malochet Professoressa di Art Plastiques all'Università La Sorbona. Nel '93 rientra in Italia per continuare i propri studi, grazie ad un dottorato di ricerca che porta a termine nel '95, presso l'Università di Salerno, con una tesi sullo spettacolo in musica a Napoli alla fine del XVII secolo. Dal '96 al '97 riceve dal Consorzio Beni Culturali della Campania COBECAM, un incarico per la catalogazione sia dell'archivio teatrale appartenente agli eredi di Raffaele Viviani sia del fondo teatrale: manoscritti, dipinti, fotografie etc del Museo Nazionale di San Martino di Napoli. Contemporaneamente all'insegnamento delle materie letterarie e del latino nelle scuole superiori, nel 1997 progetta e fonda, insieme al direttore d'orchestra Antonio Florio, al musicologo Dinko Fabris, con la consulenza legale di Marco Rossi, l'associazione culturale Centro di Musica Antica Pietà de' Turchini, trasformata in Fondazione di diritto privato nel 2010. Nella sua funzione di membro del consiglio direttivo e di direttore generale e di membro del comitato artistico del Centro di Musica Antica, si occupa della progettazione e programmazione delle attività musicali, scientifiche, editoriali e didattiche, ed è delegata a rappresentare la Fondazione nell'ambito del REMA, Rete Europea della Musica Antica, delle EMW le European Mozart Ways, nonchè a curarne le relazioni con le Università italiane ed europee, gli Istituti di cultura, i teatri e le istituzioni musicali e scientifiche in Italia e in Europa, con l'obiettivo di promuovere e diffondere i progetti scientifici ed editoriali e le produzioni musicali che la Fondazione elabora e realizza. Nel 2010 è stata coordinatrice artistica e responsabile delle relazioni istituzionali per la prima edizione del Festival Muse Salentine, che ha avuto svolgimento in alcuni borghi di straordinaria bellezza del Salento in Puglia, il Festival creato e presieduto da Charles Adriaenssen, titolare del gruppo discografico OUTHERE si è avvalso della direzione artistica di Roberto Festa, fondatore e direttore dell'ensemble di musica rinascimentale Daedalus. Dal 2019 è Presidente della Fondazione Pietà de' Turchini.

Marco Rossi

direttore generale

Nato a Napoli si laurea in Giurisprudenza presso l'Università Federico II ed inizia l'attività forense collaborando allo studio del Prof. Giovanni Verde. Successivamente, mette a frutto le esperienze maturate, in un'attività imprenditoriale di famiglia nel settore dell'edilizia industriale. Quale conseguenza di alcune personali ricerche ed interessi nel campo della gestione degli enti non profit, nel 1997, offre la propria consulenza legale e partecipa alla fondazione del Centro di Musica Antica Pietà de' Turchini insieme alla storica del teatro Federica Castaldo, al direttore d'orchestra Antonio Florio e al musicologo Dinko Fabris. Convinto delle prospettive di crescita e sviluppo dell'Ente, decide di dedicarsi alla gestione amministrativa e alla cura delle relazioni istituzionali e dei rapporti con gli enti di pubblica amministrazione, contribuendo in maniera sostanziale e in pochi anni, ad accreditare il Centro di Musica Antica, di cui è presidente dal 2003 al 2018, tra le organizzazioni concertistiche di più alto prestigio nel panorama nazionale e internazionale. In qualità di Presidente dell'Associazione prima e della Fondazione poi, ha promosso ed ha progettato con l'Architetto Klaus Schuwerk il restauro della ex Chiesa di Santa Caterina da Siena, prestigioso complesso architettonico del XVII secolo sede del "Centro di Musica Antica Pietà de' Turchini". Conseguentemente ha altresì promosso la riqualificazione urbanistica dell\'asse viario di Piazzetta Cariati e di via Santa Caterina da Siena, affidandone l\'incarico di progettazione al Prof. Arch. Riccardo Dalisi. Di concerto con la Soprintendenza BAPPSAE di Napoli e Provincia ha dato significativo impulso al restauro del Teatro di Corte di Palazzo Reale. Tutti i restauri elencati sono stati realizzati in gran parte grazie al contributo finanziario della Compagnia di San Paolo di Torino, interlocutore privilegiato di molte attività ed iniziative realizzate dal Centro.Dal 2000 al 2011 è stato segretario tesoriere e consigliere del direttivo dell'Orchestra Barocca Cappella della Pietà de' Turchini con delega per i rapporti istituzionali. Ha ispirato la costituzione dell'associazione di categoria Sistema Musica e Danza - Campania aderente all'Unione Regionale Agis, di cui è stato eletto presidente dal 26 giugno 2007 al 24 febbraio 2011, contribuendo con idee originali all'ideazione di progetti inediti, e offrendo nuovi contenuti al dibattito culturale e politico sullo spettacolo dal vivo. Ha inoltre contribuito attivamente alla elaborazione della Legge quadro n.6/2007 sullo spettacolo dal vivo approvata dalla Regione Campania. Con un progetto originale dal titolo Re.Crea Residenza Creativa per artisti, attori, musicisti ha ottenuto l’assegnazione per la Fondazione della Chiesa Cinquecentesca di San Rocco a Chiaia della quale ha presentato, ottenendone approvazione, un progetto di restauro conservativo che è stato realizzato nel 2014 con fondi della Compagnia di San Paolo di Torino. Nel 2012 ha fondato insieme a Federica Castaldo un ensemble giovanile su strumenti originali dal nome Talenti Vulcanici che riunisce giovani eccellenze del territorio nazionale e internazionale per le quali organizza stage di alta formazione professionale finalizzata all’esecuzione concertistica.

Elena Esposito

segretario tesoriere

Grazie alle competenze acquisite in ambito imprenditoriale, ha saputo con grande versatilità e impegno trasferire la sua esperienza di ben oltre 20 anni in gestione e contabilità di fondi europei, ministeriali e regionali, all’interno del settore culturale e dello spettacolo dal vivo, dedicandosi scrupolosamente alle attività della Fondazione e occupandosi della contabilità generale in qualità di Segretario tesoriere.

Adelaide Mascolo

coordinatore generale

Classe '91, dopo gli studi classici si laurea con lode in Management dei beni culturali presso l’Università degli Studi di Napoli "Federico II". In qualità di coordinatore artistico della Fondazione Pietà de’ Turchini, si occupa di pianificazione e controllo delle risorse umane, tecnologiche ed organizzative; attivazione di relazioni con soggetti istituzionali, economici e sociali sul territorio; fundraising e crowdfunding; tutoraggio delle attività formative. Frequenta, inoltre, diversi corsi di formazione tra Napoli, Roma, Edimburgh e Bruxelles che le hanno permesso di maturare esperienze nazionali ed europee finalizzate all’elaborazione, monitoraggio e valutazione di progetti in ambito artistico e culturale. Ha in tal modo incrementato la partecipazione della Fondazione a calls pubbliche e private attraverso proposte inerenti la valorizzazione di produzioni, rassegne, convegni, eccellenze giovanili, beni librari e la rivitalizzazione del territorio. Dal 2015 al 2020 assume l’incarico di Segretario Tesoriere e coordinatore artistico dell’associazione "Talenti Vulcanici – Ensemble giovanile della Pietà dei Turchini", di cui è attualmente socia. Dal 2016 è coordinatore editoriale della Casa Editrice “Turchini Edizioni”.

Giuliana Carbone

consulente alla progettazione

Classe ‘93, dopo gli studi classici si laurea con lode in Management del Patrimonio Culturale presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” con una tesi dedicata ai programmi Educational del Teatro di San Carlo. Profondamente convinta che la contaminazione e il pensiero trasversale siano elementi fondamentali nel suo percorso, partecipa ai programmi di alta formazione del Museo MAXXI di Roma (Digital Think-In Lab, Legislazione e gestione dei beni culturali) rivolti ai professionisti del settore culturale. Sviluppa le sue competenze organizzative entrando a far parte del team di Kaos Produzioni come responsabile di coordinamento e produzione, collaborando alla realizzazione di installazioni multimediali per enti pubblici e istituzioni come il Museo di Capodimonte, la Biblioteca Nazionale di Napoli, il Comune di Anacapri, e privati. Dal 2018 inizia la sua collaborazione con la Fondazione Pietà de’ Turchini in qualità di consulente alla progettazione e alla comunicazione, nonché come coordinatore artistico dell’Ensemble Talenti Vulcanici. La disciplina e la volontà di mettersi sempre in gioco che caratterizzano il suo approccio al lavoro le ha sviluppate grazie al teatro: nel 2012 si diploma come attrice presso il Laboratorio Teatro Studio “Arte Tempra”, sotto la guida di Clara Santacroce e Renata Fusco. Continua il suo perfezionamento attoriale con professionisti di livello nazionale e internazionale come Glauco Mauri e Roberto Sturno, Michele Monetta e Lina Salvatore, Sonia Bergamasco, Sarasole Notarbartolo e Pierpaolo Sepe, Arianna D’Angiò, Chiara Alborino e Fabrizio Varriale. E’ socia dell’Associazione culturale “Temprart”, con la quale collabora da anni in qualità di attrice e assistente alla regia, nonché con “The Beggars’ Theatre - Il Teatro dei Mendicanti” di Mariano Bauduin.

Renato Rizzardi

Addetto Stampa

Dall’88 si occupa di ufficio stampa e comunicazione principalmente per i settori arte, cultura e spettacolo: dagli inizi al Teatro Nuovo di Napoli (1988/1992) fino alle numerose collaborazioni, per varie manifestazioni edeventi, con diverse strutture di produzione e distribuzione tra cui: Teatro di San Carlo, Festival delle Ville Vesuviane, Premio Massimo Troisi, Premio Carosone, Leuciana Festival di Caserta, Negro Festival Grotte di Pertosa, Camera di Commercio Italiana a Tokyo, Centro DramaticoNational di Madrid. Nel 2010 si occupa dell’ufficio stampa della stagione musicale al Teatro Grande di Pompei inaugurata dal maestro Riccardo Muti. Tra il 2009 ed il 2010 è docente di comunicazione teatrale al Master per Professionista della Comunicazione Culturale e di Spettacolo promosso dal C.I.M. di Napoli.

E’ tra i fondatori de I Teatrini, Centro di Produzione per il Teatro di Figura, Ragazzi e Giovani.  Per l’ANEC - Roma è il responsabile territoriale della comunicazione per le Giornate Professionali di Cinema di Sorrento. Per l’ANICA ha curato la comunicazione di Cinè – Giornate di Cinema a Riccione. Cura  la comunicazione  regionale dell’AGIS Campania. Lavora per Teatri Uniti di Napoli occupandosi, dal 2000 ad oggi, della sua promozione e dell’ufficio stampa. Dal 2016 segue le produzioni di Elledieffe - la Compagnia di Luca De Filippo. Dal 2015 al 2018 lavora,per conto della Fondazione Campania dei Festival,all’ufficio stampa del Napoli Teatro Festival e a quello dei progetti speciali “Cantieri Viviani, “Quartieri di vita” nonché alle celebrazioni per il centenario di Totò. E’ iscritto all’albo dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti (elenco pubblicisti) dal 1994. Ha scritto dapprima per il Roma poi per Il Manifesto e per il Giornale dello Spettacolo. Ha pubblicato due volumi sul Teatro dei Burattini dei Fratelli Ferraiolo di Salerno e sull’Opera dei Pupi in Campania. Ha curato, con Annamaria Campanile, il volume L’industria dello Spettacolo in Campania, edito nel 2011 dall’Unione AGIS della Campania.

Francescopaolo Ventriglia

revisore unico

Curriculum dr. Ventriglia Francescopaolo Ventriglia nato a S.Maria C.V. (CE), il 26 giugno 1959 coniugato, 3 figli residente a S.Maria C.V. in via G. Bonaparte n.18 email:francescopaoloventriglia@gmail.com; studioventriglia@legalmail.it TITOLI DI STUDIO Maturità classica Laurea in Economia e Commercio - Facoltà di Economia e Commercio dell'Università degli Studi di Napoli Federico II - Tesi in Tecnica Amministrativa delle Imprese di Pubblici Servizi (relatore prof. R. Mele). Abilitazione alla professione di dottore commercialista. Corsi di perfezionamento A.I.D.E.A. Accademia Italiana di Economia Aziendale. ATTIVITÀ PROFESSIONALE Titolare delle studio Ventriglia di Cappelanoti dottori commercialisti. Ha svolto attività di consulenza, anche in gruppi di lavoro, accumulando notevole esperienza nell'ambito del settore distributivo e terziario, svolgendo attività di ricerche e studi, consulenza di direzione e pianificazione commerciale, per diversi Enti Pubblici e Gruppi Privati. Dal 1989 esercita l'attività di dottore commercialista, con particolare interesse alla consulenza di direzione e societaria, coordinando gruppi di lavoro impegnati soprattutto nell'analisi e controllo dell'andamento di gestione, redazione di progetti di fattibilità, analisi e valutazione degli investimenti per Enti Pubblici e Società private, crisi e risanamento aziendale. Ha svolto attività di due diligence e valutazione aziendale, di consulenza societaria e fiscale in operazioni di acquisizioni e fusioni, di ristrutturazioni finanziarie e crisi d’impresa per piccole e medie imprese nazionali. Revisore Contabile e componente di vari collegi sindacali di primarie società tra cui il gruppo Italhandling/Alisud (principale handler privato italiano) e le sue partecipate GH Napoli SpA (scalo Capodichino), GH Venezia SpA (scalo Marco Polo), GH Palermo SpA (Società mista Gesap/Gh Napoli scalo Falcone Borsellino), Gruppo Guida (A. Guida Port’Alba srl e Guida 3 srl), Fondazione di Musica Antica Pietà de Turchini. Direttore Generale e Presidente del Nucleo di Valutazione del Comune di Santa Maria Capua Vetere (CE) (Ottobre 2001 – Aprile 2003). Consulente della Regione Campania Assessorato all’Ambiente in qualità di componente della “Commissione Esperti di controllo sulla gestione degli impianti di depurazione regionali”. Amministratore Unico da dicembre 2011 ad agosto 2013 di Terme di Stabia SpA, nell’ambito del progetto di risanamento della società pubblica del Comune di Castellammare di Stabia (Na), dopo aver assunto da novembre 2010 prima la carica di Direttore Generale e poi quella di consigliere di amministrazione. Attualmente Commissario Liquidatore ex legge 26/2010 del Consorzio Unico di Bacino delle Province di Napoli e Caserta in liquidazione. NELL’AMBITO DELLA CATEGORIA PROFESSIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI HA SVOLTO: Dal 1998 al 2001 Vicepresidente del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti della Provincia di Caserta ricoprendo dal 1995 la carica di Consigliere (triennio 1995/1998). Dal 1997 al 2001 componente del Consiglio Direttivo e Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione dei Dottori Commercialisti della Provincia di Caserta. Da Gennaio 2001 Presidente della Fondazione dei Dottori Commercialisti della Provincia di Caserta. Componente nel 2000 del COMITATO PROVINCIALE EURO (CEP) di Caserta. Componente della Commissione Nazionale di Studio per la "Consulenza Aziendale" (1997/2007) e della Commissione “EURO” Gruppo Finanza (1999/2000), presso il CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Relatore per il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti in vari convegni e seminari in qualità di componente del Gruppo Ristretto di Studio “Efficienza Aziendale” ed “Euro”. ATTIVITA' DIDATTICA E FORMAZIONE Dal 1986 ha collaborato, svolgendo attività didattica, assistenza agli studenti e tutoraggio a laureandi e componente di commissione agli esami di profitto presso:
  • Dipartimento di Economia Aziendale, facoltà di Economia e Commercio di Napoli (Federico II), alla cattedra di Tecnica Amministrativa delle Imprese di Pubblici Servizi, (prof. R. Mele e successivamente prof.ssa R. Martone Filosa);
  • Dipartimento di Ricerche Aziendale, facoltà di Economia e Commercio di Salerno, alle cattedre di Tecnica Industriale e Commerciale, Economia e Gestione delle Imprese Industriali e Finanza Aziendale, (prof. R. Mele);
Ha svolto attività di docenza presso la facoltà di Economia di Salerno, sede di Benevento - alla cattedra di Economia e Direzione delle Imprese Turistiche del Diploma Universitario in Economia e Gestione dei Servizi Turistici, (1994 prof. R. Mele). Anno accademico 1999/2000 e 2001/2002. Professore incaricato di Tecnica Industriale e Commerciale presso l’Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia – Diploma Universitario in Economia ed Amministrazione delle Imprese; Anno accademico 2002/2003. Professore incaricato di Tecnica Industriale e Commerciale presso l’Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia -Corso di Laurea in Economia e Commercio. Dal 2004 al 2007 Professore incaricato di Tecnica e Strumenti per la Gestione d’Impresa presso l’Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia - Corso di Laurea in Economia e Commercio e Corso di Laurea in Economia Aziendale; Nel 2008 Professore a contratto di Strategia e Politiche Decisionali (Modulo Tecniche di Gestione) presso l’Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia - Corso di Laurea in Economia e Commercio e Corso di Laurea in Economia Aziendale; Nel 2009/2012 Professore a contratto di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università degli Studi di Salerno Facoltà di Economia - Corso di Laurea in Economia e Commercio e Corso di Laurea in Economia Aziendale; Ha svolto per l'università attività di ricerca, anche nell'ambito di progetti finanziati dal C.N.R., dal Ministero (40%), e per il Network Universitario SVI.MA.P. (Sviluppo Management nella Pubblica Amministrazione), nell'ambito dei sistemi di direzione e controllo di gestione e Project Financing. Ha svolto attività di docenza nell'area del controllo di gestione e del marketing presso centri e istituti di formazione tra cui: Unione Cooperative, ISFID - NA, ICRIS/FORMEZ in qualità di corresponsabile del settore per lo sviluppo dell'imprenditorialità giovanile (L. 44/86) in Calabria, I.FORM/Luiss (Istituto di Formazione della Banca Popolare dell'Irpinia). Consulente senior nell'intervento di assistenza (formazione) e consulenza alle piccole e medie imprese nell'ambito del Progetto PRISMA della Comunità Europea (Regione Campania). Consulente in formazione e docente per la Confcommercio. Responsabile del Corso 1999 SA6/3E (Università Salerno/Verona) di Formazione e Assistenza L. 608/96 (art. 9 septies – “Prestito d’Onore”) per conto della Imprenditorialità Giovanile S.p.A. Componente del Gruppo di Docenti della Fondazione ARISTEIA del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti PUBBLICAZIONI Collaborazione alla redazione dei testi di Tecnica Amministrativa delle Imprese di Pubblici Servizi: "La Produzione e l'Economia delle Imprese di Pubblici Servizi" - a cura di Renato Mele, CURTO Napoli (1989) "Le strategie e politiche di Marketing delle imprese di pubblici servizi" di Renato Mele - CEDAM Padova (1993) Autore di dispense didattiche utilizzate nel corso di Tecnica Industriale e Commerciale (Facoltà di Economia/Salerno) sull’ “Analisi e valutazione degli investimenti”, “Le tecniche di Capital Budgeting”, “L’analisi Costi/Benefici e Costi/Efficacia”. Autore di: Strategie di Innovazione. Opzioni e Problematiche Valutative. Collana di Economia e gestione delle Imprese - G. Giappichelli Editore – Torino 2006. “Le analisi economiche e finanziarie dell’azienda” Parte I e II (a cura A. Berardino, G. Paletto e F. Ventriglia) in Eutekne IPSOA, agg. 10/97 e 12/97 schede n° 489.01 e 489.02. "Il controllo di gestione attraverso l'analisi di bilancio: Margini strutturali e Indici"; "Il controllo di gestione attraverso l'analisi di bilancio: L'analisi per flussi"; in "Esercizi e Casi di Economia e Gestione delle Imprese", a cura di Mele, Pellicano, Parente - CEDAM Padova (1996). “I processi di crescita aziendali”, in “Il Governo Strategico dell’Impresa”, a cura di M. Pellicano (2004) G. Giappichelli Editore - Torino. “La Tecnica di Merger & Acquisition”, in “Il Governo Strategico dell’Impresa”, a cura di M. Pellicano (2004) G. Giappichelli Editore - Torino.

Paola De Simone

Curatore note di sala

Musicologa, critico musicale e di danza, autrice di saggi e ricerche dedicati alla ricostruzione documentaria degli eventi storico-artistici e spettacolari nella Napoli sia sacra che teatrale del Sette e Ottocento, docente di I fascia titolare della cattedra di Poesia per Musica e Drammaturgia Musicale e degli insegnamenti affini di I e II livello quali Storia del Teatro musicale, Retorica musicale, Storia e Tecnologia degli strumenti, Analisi delle forme poetico-musicali, Metodologia dell'indagine storico-musicale e Storia del Jazz presso il Conservatorio di Musica “Carlo Gesualdo da Venosa” di Potenza, Istituzione di Alta Formazione di cui attualmente, in secondo mandato, è membro del Consiglio Accademico. Nell’ambito dei progetti organizzati dal POR Campania ha anche svolto attività di docente per il Corso di “Esecutore esperto del repertorio settecentesco napoletano” e per i Corsi “Musica e spettacolo: il Musical”, “Manager e Spettacolo”. Ha partecipato alla manifestazione d’interesse per l’incarico di sovrintendente del Teatro San Carlo di Napoli indetta in data 27 giugno 2019. Paola De Simone, napoletana, diplomatasi in pianoforte e laureatasi con votazione 110 e lode in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico e tesi in Storia della Musica presso l’Università “Federico II” di Napoli, ha svolto a partire dalla fine degli anni Ottanta una serrata attività di formazione, comunicazione, valutazione critica, ricerca, consulenza scientifica – dal 2008 ricopre tale incarico per il Maggio della Musica firmato dalla direzione artistica di Michele Campanella –,   catalogazione in rete, promozione e organizzazione del patrimonio storico-musicale e coreutico. Dal 16 giugno 1993 è iscritta all’albo dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti - Elenco Pubblicisti. È inoltre iscritta alla Società Italiana di Musicologia e all'Associazione Nazionale Critici Musicali. Per l’anno 2019 è stata scelta quale componente della giuria del Premio della Critica Musicale Italiana “Franco Abbiati” 2018. A partire dal 1988 ha iniziato a esercitare un’intensa attività di giornalista specializzata in critica musicale e di danza per importanti quotidiani di Napoli quali Paese Sera, il Roma, la Repubblica, il Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno in parallelo alle collaborazioni per il mensile Danza&Danza e il magazine on line Campadidanza. Nel giugno 2015 ha creato la rivista on line di critica musicale e coreutica La quinta giusta, della quale a tutt’oggi è direttore e unica firma e, dal dicembre 2017, collabora con la rivista online Connessi all'Opera di Roberto Mori. Dal 1999 al 2007 è stata membro delle Commissioni Danza e Musica del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal 2000 al 2011 è stata scelta in qualità di Catalogatore esperto dalla Biblioteca del Conservatorio “San Pietro a Majella” per lavorare al progetto speciale di catalogazione dei manoscritti musicali in rete web promosso dal Mibac (Dipartimento Beni Librari e Nuove Tecnologie) e realizzato dalla ditta SIAV, quindi è stata referente unico per la catalogazione dell’intero fondo ottocentesco dei figurini della Collezione Guillaume oggi consultabile sulla piattaforma InternetCulturale, sezione grafica della Biblioteca digitale. È stata componente della Commissione Cultura della Regione Lazio. Relatrice in conferenze, seminari, incontri culturali e convegni internazionali di studi, ha pubblicato numerosi saggi storico-critici e articoli per le maggiori istituzioni scientifiche, liriche, concertistiche e coreutiche regionali e nazionali, firmando progetti di riscoperta del repertorio musicale napoletano di epoca vicereale e borbonica, curando le note musicologiche allegate ad incisioni in cd fra le quali “Il marito disperato” di Domenico Cimarosa registrato nel 2003 dall’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli per l’etichetta Bongiovanni. È autrice della monografia “Il Signore della Musica. Aladino Di Martino” edito nel 2009 da Dante&Descartes, coautrice del Catalogo dei libretti di ballo della Biblioteca del Conservatorio “S. Pietro a Majella di Napoli”, del Catalogo della Mostra dei Figurini dalla Collezione Guillaume “Arte, Artisti, Costumi e Censura sulla scena dei Reali Teatri di Napoli sulla scena dell’Ottocento musicale e coreutico” (edizioni Conservatorio "San Pietro a Majella" 2014) e di numerosi saggi scientifici, su Alessandro Scarlatti, Niccolò Jommelli, sul Dramma scolastico napoletano, su Apostolo Zeno, Giovanni Paisiello, Luigi Marchesi, Gennaro Magri, sugli Intermezzi, sui rapporti fra diplomazia e mecenatismo delle arti, sulle cantanti virtuose del Settecento, su Francesco Durante. Saggi fra i quali si segnalano in particolare, nell’ambito degli Atti dei Convegni di Studi Internazionali rispettivamente pubblicati e consultabili on line presso i siti web del Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria e della Fondazione “G. Cini” di Venezia - Southampton University, i contributi dal titolo “La Cerere placata di Niccolò Jommelli: azione e interazione fra i diversi linguaggi dell’arte in gioco fra Napoli e l’Europa” corredato da oltre 750, nuovi documenti, e, in collaborazione con Nicolò Maccavino, “I figurini della Collezione Carlo Guillaume: dalla Biblioteca del Conservatorio San Pietro a Majella una fonte d’archivio ancora inedita per l’Ottocento musicale e coreutico sulla scena dei Reali Teatri di Napoli”. Per il volume di “Ricerche sull’arte a Napoli in età moderna” (Arte’m, Saggi e documenti 2015) ha inoltre pubblicato lo studio “Dalla serenata Cerere placata a palazzo Perrelli. Nuovi documenti per le arti a Napoli” mentre, per l'Istituto Italiano di Storia della Musica, è in preparazione con Nicolò Maccavino l'edizione critica della Serenata "Cerere Placata" di Niccolò Jommelli. Si segnala inoltre la scoperta e pubblicazione di una supplica inedita di Gaetano Donizetti all’interno del saggio Un tardo esempio di dramma tragisacro nel solco della tradizione scolastica napoletana: l’Ester, ed Assuero di Francesco Catugno per il “Real Conservatorio della Pietà de’ Torchini” nella Quaresima 1806 (Edizioni del Conservatorio di Musica “Francesco Cilea” di Reggio Calabria). Attualmente sono in stampa: due volumi per la Turchini Edizioni 2019 sulla ricostruzione storico-documentale dell’intero tessuto musicale e festivo con relative Cuccagne organizzato fra Caserta e Napoli nell’anno 1768 per il matrimonio di Ferdinando IV di Borbone e Maria Carolina, con edizione critica della partitura co-firmata con lo studioso Nicolò Maccavino (Miti, metafore e feste per le scene di un Regno: intorno alle Nozze di Peleo e Tetide di Giovanni Paisiello); un saggio sulla restituzione degli anni napoletani del ballerino grottesco Gennaro Magri contenente importantissimi documenti d’archivio, notarili e di banco inediti (Nuove fonti d’archivio su Gennaro Magri fra questioni teatrali e affari patrimoniali, Aracne); la ricerca per la Rivista della Società Italiana di Musicologia sulle rappresentazioni alla Reggia di Caserta della prima versione del Mondo della luna di Paisiello (Il Credulo deluso di Giovanni Paisiello (1774) dal Teatro Nuovo al Real Teatro di Caserta: nuovi dati documentali dal Conto delle spese dell’Archivio Farnesiano); lo studio e restituzione delle fonti per la Serenata teatrale “Il giudizio di Apollo” di Nicola Sala (1768) nel saggio co-firmato con Nicolò Maccavino Alfonso Clemente de Aróstegui: musica, arte e mecenatismo nella Napoli borbonica di Carlo III e Ferdinando IV (Wien, Hollitzer, 2019, Atti del Convegno Internazionale di Studi “A diplomacia e a aristocracia como promotores da música e do teatro na Europa do Antigo Regime”, Centro de Estudos  Musicais Setecentistas De Portugal); il saggio “Soggetti storici, letterari o di pura fantasia, autori, interpreti e censura: dai figurini della Biblioteca del Conservatorio San Pietro a Majella nuove coordinate e organici per l'Ottocento coreutico a Napoli” presentato nel novembre 2017 nell’ambito del Convegno Internazionale di Studi “Danza e ballo a Napoli: un dialogo con l'Europa (1806-1861)” organizzato nel novembre 2017 a Napoli da AIRDanza - Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza e dalla Fondazione Pietà de' Turchini. È stata inoltre Membro di giuria in Concorsi nazionali ed internazionali pianistici, di danza, musica da camera, di composizione e canto lirico. Nel luglio 2001 è stata Presidente di giuria alla II Edizione Premio Coreografia Italiana organizzato dal CDTM nell’ambito del Salerno Danza Festival a Villa d’Ayala nel Comune di Valva e, nel maggio 2006, alla XIV edizione del Festival internazionale di video danza "Il Coreografo Elettronico". Nel 2005 e nel 2006 è stata nominata Componente della Commissione Artistica dell’Accademia della Canzone-SanremoLab, su designazione dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, partecipando alla selezione dei candidati della Sezione Giovani del Festival di Sanremo sia per l’edizione 2006 che per l’edizione 2007. Fra i riconoscimenti per l’impegno professionale nella promozione dell’arte e della cultura, nel settembre 2007 l’Associazione ex allievi del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli le ha conferito il Premio “Oltre l’orizzonte” quindi, nel novembre 2008, per la presentazione del volume Il Signore della Musica, prima monografia sul maestro Aladino Di Martino commissionata in occasione del centenario della nascita del musicista molisano, ha ricevuto un’ulteriore targa dall’Associazione ex allievi, dal Conservatorio di Musica San Pietro a Majella e dalla Biblioteca Nazionale di Napoli. Nel luglio 2018 ha ricevuto il Premio Anfiteatro d'Oro per l'Arte della Danza.

Paologiovanni Maione

consulente attività musicologiche

Docente di Storia della musica e Storia ed estetica musicale presso il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli, membro del comitato scientifico del Centro de Estudos Musicais Setecentistas em Portugal “Divino sospiro” di Lisbona; del Centro interdisciplinare di Cultura italiana (CiCi) dell’Universität Leipzig; di ARPREGO (“Archivio pregoldoniano”) dell’Università di Santiago de Compostela; della Fondazione Pergolesi-Spontini di Jesi. È nel comitato dell’edizione nazionale delle commedie per musica di Domenico Cimarosa. È stato nel comitato direttivo della «Rivista Italiana di Musicologia» (1998-2003) e nel consiglio direttivo della Società Italiana di Musicologia come responsabile del settore “convegni” (2004-2009). Dal 2020 è nel direttivo di AIRDanza e dal 2021 è responsabile per la musica del Complesso Museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco di Napoli. È nei comitati scientifici delle riviste «Kinetès», «Caderno de Queluz» e «Sinestesie» nonché della collana Chorégraphie. Ricerche sulla danza della LIM. Ha pubblicato, tra l’altro, i volumi «Onesto divertimento, ed allegria de’ popoli». Materiali per una storia dello spettacolo a Napoli nel primo Settecento (Milano, Ricordi, 1996); La cappella musicale del Tesoro di San Gennaro di Napoli tra Sei e Settecento (Napoli, Turchini Edizioni, 2008); Francesco Oliva Lo castiello saccheato Commeddea. In appendice Francesco Oliva - Pietro Trinchera L’Emilia Commedia per musica (Venezia, lineadacqua, 2015); Carlo Goldoni L’impresario delle Smirne (Venezia, Marsilio, 2018). Ha curato inoltre diversi libri tra cui Domenico Cimarosa: un ‘napoletano’ in Europa (Lucca, LIM, 2004); Storia della musica e dello spettacolo a Napoli. Il Settecento (Napoli, Turchini Edizioni 2009 in trad. tedesca Kassell, Bärenreiter, 2010); Le stagioni di Niccolò Jommelli (Napoli, Turchini Edizioni, 2018); Serenata and Festa Teatrale in 18th Century Europe (Wien, Hollitzer Wissenschaftverlag, 2018); Storia della musica e dello spettacolo a Napoli. Il Seicento (Napoli, Turchini Edizioni 2019). Suoi saggi sono apparsi, tra l’altro, in «Studi pergolesiani / Pergolesi Studies», «Mozart-Jahrbuch», «Musica/Realtà», «Rivista Italiana di Musicologia», «Analecta Musicologica», «Fonti Musicali Italiane», «Recercare», «Römische Historische Mitteilungen», «Napoli nobilissima», «Studi Musicali», «Problemi di critica goldoniana», «Rivista di Letteratura Teatrale», «Studi goldoniani», «Anuario Calderoniano», «Drammaturgia», «Il Risorgimento», «Venezia Arti», «Atti e Memorie» e in diversi libri miscellanei. Ha tenuto relazioni per convegni promossi da istituzioni europee, americane e asiatiche.  Il suo contributo alla programmazione artistica e scientifica della Fondazione Pietà de’ Turchini è da moltissimi anni di straordinaria importanza, con Federica Castaldo ha progettato produzioni musicali per l’ensemble Talenti Vulcanici,  rassegne concertistiche nell’ambito delle stagioni della Pietà de’ Turchini, produzioni  discografiche, convegni scientifici internazionali ed edizioni per la casa editrice Turchini Edizioni con instancabile impegno e impareggiabile originalità di vedute.  

Francesco Cotticelli

consulente scientifico

Francesco Cotticelli è professore associato di Discipline dello Spettacolo al Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Si è laureato in Letteratura Teatrale Italiana nel 1990, ha conseguito il Certificate ofProficiency in English, il Großes Deutsches Sprachdiplom, il Diploma de Español como Lengua Extranjera, il dottorato di ricerca in Storia del teatro moderno e contemporaneo nel 1998 ed ha svolto il post-dottorato presso la Ohio State University negli Stati Uniti. Più volte borsista dell’Österreichischer Akademischer Austauschdienst per il tramite del Ministero degli Affari Esteri italiano e del Bundesministerium für Wissenschaft, Verkehr und Kunst austriaco, nel 2004, 2012 e 2013 è stato Gastprofessorpresso l’Institut für Film-, Medien- und Theaterwissenschaftdell’Università degli Studi di Vienna; ha ottenuto una short-termfellowship presso la Beinecke Library della University of Yale negli negli Stati Uniti, ed è stato nel 2017 Fulbright DistinguishedLecturer presso la University of Notre Dame negli Stati Uniti. Ha insegnato all’Università di Cagliari e alla Campania “Luigi Vanvitelli”, tenendo seminari all’Università di Lipsia e all’Universitàà di Santiago di Compostela.

È referente scientifico per il Centro di Musica Antica “Pietà dei Turchini” di Napoli, dove ha organizzato convegni e seminari, e del Da Ponte NetzwerkEuropean Mozart Ways; collabora a varie riviste teatrali italiane e straniere. Dal 1990 ha tenuto conferenze in Italia, Austria, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Spagna, Stati Uniti, Giappone e partecipato a numerosi incontri di studio. È membro di numerosi comitati scientifici e gruppi di ricerca:

Comitato scientifico pergolesiano della Fondazione Pergolesi Spontini, per la quale è stato anche curatore delle iniziative scientifiche per il tricentenario della nascita di Pergolesi (2010);

Wissenschaftlicher Beirat del Da Ponte Research Centre, Vienna, Austria e responsabile del Da Ponte Institut – Neapel, presso il Centro di Musica Antica “Pietà de’ Turchini” di Napoli;

Società Italiana di Studi sul XVIII secolo e suo comitato scientifico per il triennio 2018-2021;

AR.PRE.GO. (“Archivio pregoldoniano”), progetto di ricerca coordinato dal prof. Javier Gutiérrez Carou dell’Università di Santiago de Compostela, Spagna [ha curato l’edizione online de Il Partenio di Domenico Barone, Barone di Liveri (1737)];

gruppo di ricerca afferente alla Universidad Autonoma de Barcelona finanziato dalla Agència de Gestiò d’AjutsUniversitaris i de Recerca, per la musicologia e la storia dello spettacolo nei secoli XVIII- XIX (responsabile prof. FrancescCortés);

referente italiano per il progetto editoriale internazionale Metastasio: 200 Years, coordinato dal prof. Don Neville (University of Western Ontario, Canada);

gruppo di ricerca afferente all’Università di Parigi La Sorbonne (direttore prof. Andrea Fabiano) per una digitalizzazione di testi della storiografia teatrale del XVIII secolo [cura insieme con altri colleghi la monumentale Storia critica de’ teatri antichi e moderni di Pietro Napoli Signorelli];

Projet de recherche appliquée: La danse «comique» et «grotesque». Interprétation cinétique du Trattato teorico-pratticodel Ballo de Gennaro Magri. Création d’un glossaire audiovisuelde la danse théâtrale du XVIIIe siècle, diretto da Arianna Fabbricatore (Paris 8);

comitato scientifico e del comitato editoriale della Commissione nazionale per l’edizione critica delle commedie per musica di Domenico Cimarosa;

comitato scientifico per la digitalizzazione della cronologia del Teatro di San Carlo di Napoli;

comitato editoriale di «Drammaturgia»;

C.I.C.I. – Centro Interdisciplinare di Cultura Italiana – dell’Università di Lipsia, Germania;

comitato scientifico del CEMSP – Centro de Estudos Musicais Setecentistas de Portugal;

co-responsabile del progetto scientifico Opera buffa. Napoli 1707-1750 (cfr. http://www.operabuffa.turchini.it/operabuffa/index.jsp);

responsabile dell’unità di ricerca locale del PRIN 2017 Il lavoro dell’attore italiano tra modelli nazionali e contesti internazionali: biografie, processi organizzativi ed esperienze artistiche (XVIII-XX secolo), coordinatore scientifico prof. Alberto Bentoglio (Università di Milano).

Si è occupato a lungo di temi e problemi del teatro europeo sei-settecentesco, con particolare riferimento alla Commedia dell’Arte e alla diffusione del suo repertorio, a Metastasio, all’organizzazione e alla produzione dello spettacolo a Napoli tra età vicereale e regno autonomo. Sue le edizioni bilingui della raccolta Casamarciano (2001 – premio Weiss Brown per le pubblicazioni in area umanistica) e del trattato di Andrea PerrucciDell’Arte rappresentativa premeditata, ed all’improvviso di Andrea Perrucci del 1699 (2008). Tra le sue pubblicazioni «Onesto divertimento, ed allegria de’ popoli». Materiali per una storia dello spettacolo a Napoli nel primo Settecento, Milano, Ricordi, 1996 (in collaborazione con P. Maione); Le istituzioni musicali a Napoli durante il Viceregno austriaco (1707-1734). Materiali inediti sulla Real Cappella ed il Teatro di San Bartolomeo, Napoli, Luciano, 1993 (rist. ivi, 2012); Eduardo. Modelli, compagni di strada, successori, Napoli, CLEAN, 2015; Domenico Barone, Barone (poi Marchese) di Liveri, Partenio, a cura di Francesco Cotticelli, Venezia - Santiago de Compostela, Lineadacqua edizioni, 2016. Sua la co-curatela della Storia della musica e dello spettacolo a Napoli. Il Settecento, apparsa in Italia presso i Turchini nel 2009 e in Germania presso la Bärenreiter di Kassel nel 2010 e della Storia della musica e dello spettacolo. Il Seicento, Napoli, Turchini, 2019.

Iscriviti alla Newsletter